Il PSA è una proteina sintetizzata dalle cellule della prostata.
Piccole concentrazioni di antigene prostatico sono normalmente presenti nel siero di tutti gli uomini e si possono valutare tramite un semplice esame del sangue.

Quando si ricontrano alti livelli di PSA?

Alti livelli di PSA si riscontrano durante varie malattie prostatiche, come il tumore alla prostata, l’ipertrofia prostatica benigna e varie forme di prostatite. I valori di PSA aumentano anche nella senescenza, dopo interventi chirurgici alla prostata, inserimento di un catetere ed esami diagnostici specifici (come l’esplorazione rettale, la cistoscopia, la biopsia prostatica, la rettoscopia e la colonscopia).

Il dosaggio del PSA nel plasma in assenza di ulteriori indagini non è diagnostico per nessuna condizione clinica.

Il monitoraggio periodico del PSA è molto importante.

Misurazioni ripetute possono infatti aiutare a differenziare le forme benigne da quelle maligne, tanto più probabili quanto più rapido è l’incremento dei valori. Per questo motivo sono stati introdotti i concetti di PSA velocity e PSA density correlabile quindi con le variazioni incrementali nel tempo e delle dimensioni della prostata rilevate all’ecografia transrettale.